Rinnova il Working Holiday Visa Australia durante la pandemia

A causa della pandemia mondiale da Covid19, l’Australia non ammette l’ingresso ai visitatori per il momento, e quindi anche per coloro che richiedono il Working Holiday Visa Australia.

Ad oggi, solo tre categorie di viaggiatori sono autorizzate ad entrare in Australia, ovvero : coloro che sono in possesso della cittadinanza australiana o di un visto permanente (“permanent resident”) ; i familiari stretti dei cittadini australiani o dei titolari di un visto permanente ; le persone di nazionalità neozelandese che risiedono in Australia o le persone che sono state in Nuova Zelanda per almeno 14 giorni prima di recarsi in Australia.

I visti turistici, di studio o di lavoro sono ancora sospesi.

Se invece ti trovi già in Australia da un anno con un visto Working Holiday che scade a breve e se desideri estendere la tua permanenza, la buona notizia è che si può ottenere il rinnovo del visto, nonostante la crisi dovuta al Covid19 !

Quale tipo di visto posso richiedere per il secondo anno in Australia?

Devi sapere che esistono due possibilità per rinnovare il tuo visto e rimanere sul territorio australiano :

  1. Puoi richiedere un secondo visto Working Holiday Australia (o visto 417) prima che quello precedente scada e optare per un cosiddetto “bridging visa” durante il periodo di transizione e di attesa dell’attivazione del secondo visto.
  2. Data l’emergenza Coronavirus, si può anche richiedere un visto speciale “COVID-19 Pandemic event visa” (Temporary Activity o Subclass 408), che è stato accordato dal Dipartimento per l’Immigrazione come deroga per i viaggiatori che non possono lasciare l’Australia a causa di restrizioni di viaggio internazionali, ma il cui visto attuale sta per scadere e che non hanno diritto a un altro tipo di visto.

Quali sono i requisiti per il rinnovo del Working Holiday Visa Australia?

Se desideri richiedere il secondo visto Working Holiday Australia, sono necessari alcuni requisiti generali :

Per quanto riguarda la richiesta del “COVID-19 Pandemic event visa”, i requisiti sono :

Quali sono i lavori che permettono il rinnovo del Working Holiday Visa Australia?

In linea di massima, i lavori specifici che ti permettono di rinnovare il tuo visto e che devi aver svolto durante il tuo primo anno di Working Holiday sono: lavoro nel campo agricolo (raccolta, imballaggio, controllo animali), la pesca, il taglio degli alberi, lavoro in miniera, lavoro nel campo delle costruzioni (muratore, carpentiere).

Verifica che l’azienda per la quale hai lavorato durante il primo anno sia idonea, consultando l’Australian Business Register, o cliccando su questo link.

Per accellerare le pratiche ed aiutarti nella compilazione della richiesta del rinnovo del tuo visto Working Holiday, esiste un formulario che certifichi i lavori svolti durante la tua prima permanenza.

Si chiama Employment Verification e lo potrai scaricare qui.

Questo documento deve essere compilato dal tuo datore di lavoro che attesterà il tipo di lavoro svolto, la durata e la località.

Quale assicurazione scegliere per il WHV in Australia?

Ricorda che, qualunque visto tu richieda per il tuo secondo anno in Australia, è necessario presentare un’attestazione di assicurazione valida che dimostri che sei coperto/a da un’assicurazione viaggi.

In effetti, per quanto riguarda l’assicurazione sanitaria, valgono le stesse condizioni del primo visto Working Holiday: un accordo bilaterale permette ai cittadini italiani una copertura di 6 mesi tramite il sistema nazionale di sanità australiano, Medicare. In seguito, è consigliabile procurarsi un’assicurazione privata che copra i restanti 6 mesi.

Ti consigliamo il contratto Cap Working Holiday di Chapka a partire da 33 € al mese. Le garanzie sono le seguenti:

Per maggiori informazioni sulla polizza assicurativa di Chapka, chiama il +39 02 82 94 09 55 o scrivi una mail a info@chapkadirect.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.